Avete a disposizione un grande giardino da poter arredare a vostro piacimento? L’arredo giardino può essere sostenibile e rispettoso dell’ambiente e vale la pena optare per mobili green, belli e curati esattamente come gli arredi tradizionali.

La cosa più importante, e che vale per qualsiasi tipologia di arredo, è che i mobili dovranno essere trattati per stare all’aperto, dunque resistenti a pioggia, umidità e raggi solari. Anche in presenza di una tettoia, in un giardino parzialmente coperto, è indispensabile optare per mobili adatti per ambienti esterni, perché il legno può essere pesantemente compromesso anche dalla semplice umidità.

Per quali materiali è possibile optare? Il bambù è senz’altro uno dei materiali più utilizzati nell’arredo ecosostenibile ed è adattissimo per mobili che saranno situati all’esterno. Questo materiale, infatti, molto resistente, può essere esposto a sole e pioggia senza alterarsi. È un materiale ecologico e, a differenza del legno, non è necessario abbattere nessun albero. Gli arredi più comuni realizzati in bambù sono tavolini, sedie, chaise-longue, lampade. Grazie al colore chiaro e moderno, il bambù dà luce e permette di dare l’illusione di un ambiente molto più ampio.

Alternative al bambù sono il legno Balau, di Acacia, il Teak e il Rattan. Si tratta di materiali durevoli e resistenti, adattissimi per arredi green all’aperto.

E poi, è possibile puntare sul riciclo. Si possono realizzare oggi mobili interamente a partire dal pallet di scarto industriale. Oggi sempre più aziende di arredamento offrono ai propri clienti sensibili ai temi ambientali prodotti realizzati con materiale riciclato, tant’è che al giorno d’oggi è sempre più facile trovare l’arredo green su misura e non necessariamente costoso.

I divani sospesi sono, oggi, all’ultima moda. Si tratta di dondoli a forma di cesto con appoggio a terra o, in alternativa, con ancoraggio al soffitto. L’ideale per farsi cullare mentre si ammira il proprio giardino ecosostenibile.

Chi ha più spazio, infine, potrà optare anche per un gazebo pieghevole, simile a quelli utilizzati nelle fiere, ma adatti ad ambienti residenziali. Proprio di recente è stato messo in commercio un nuovo gazebo termofotovoltaico che utilizza l’energia solare per far funzionare cucine, vasche idromassaggio, serre o altri ambienti che hanno necessità di energia.

Related Posts

L’antifurto più affidabile sul mercato in questo momento (2017)

Installazione impianto allarme: iva agevolata e detrazioni

Come rifare le tubature di casa senza rompere muri e pavimento?

Italia, il risparmio energetico si raggiunge grazie alla tecnologia

Camini e stufe a bioetanolo: riscaldare in maniera ecologica

Illuminazione a LED per la casa: la tecnologia green!