Vai al contenuto

Affitta i tuoi terreni e guadagna con il fotovoltaico

    affittare-terreni-per-fotovoltaico

    Affittare i propri terreni per l’installazione dei pannelli fotovoltaici? Un’opportunità che, nel 2023, si dimostra sempre più interessante. Si tratta nello specifico di un’alternativa alla coltivazione intensiva dei terreni agricoli, capace di offrire una fonte di reddito passivo e sostenibile, mettendo diversamente a frutto i propri appezzamenti. Il tutto senza spendere un solo euro, visto che i costi relativi all’installazione e all’impianto stesso verranno coperti direttamente dall’investitore. Se l’argomento è di tuo interesse, ti consigliamo di approfondirlo proseguendo con la lettura di questo articolo.

    Quanto rende affittare i terreni per il fotovoltaico?

    Il guadagno derivante dall’affitto dei terreni per l’installazione di un impianto fotovoltaico può variare in base a diversi fattori. Generalmente, si parla di una rendita passiva che può andare dai 2 mila euro ai 4 mila euro annui per ettaro, con una media di 2.500 euro per ettaro, che poi rappresenta anche la remunerazione più diffusa in Italia. Si tratta comunque di cifre importanti, tenendo a mente che non si affrontano costi.

    Quali sono i requisiti da rispettare per l’affitto del terreno?

    Ovviamente ci sono dei requisiti che il terreno deve rispettare, per poter ottenere l’approvazione per il progetto. Se vuoi approfondire questi ultimi, clicca qui e scopri quali sono le condizioni che di solito vengono richieste prima di stipulare un contratto di affitto finalizzato all’installazione dei pannelli fotovoltaici.

    Per fare una sintesi, spesso le aziende di settore richiedono la presenza di un terreno agricolo pianeggiante e con una buona esposizione solare, per ovvi motivi. Nella lista dei requisiti troviamo anche la totale assenza di vincoli paesaggistici e urbanistici, insieme ad una serie di paletti in merito alle dimensioni del terreno. Se si rispettano tutti i requisiti richiesti, l’azienda si occuperà di effettuare un sopralluogo e di richiedere le autorizzazioni necessarie per procedere con l’installazione dei pannelli fotovoltaici a terra. In altre parole, il proprietario del terreno non dovrà occuparsi di nulla.

    Ritornando ai requisiti, conta molto anche la collocazione geografica del terreno. Per fare qualche esempio concreto, ci sono società che non accettano appezzamenti situati in determinate regioni della Penisola. Altre ancora prendono in considerazione non solo i terreni agricoli ma anche quelli industriali, sebbene siano come sempre presenti una serie di requisiti da rispettare.

    Perché conviene investire in questo business?

    Innanzitutto, il settore del fotovoltaico negli ultimi anni ha registrato un boom clamoroso, quindi si parla di un mercato ricco di investitori. Significa che, avendo a disposizione un terreno che rispetta tutti i requisiti, non è affatto complesso trovare delle società interessate ad affittarlo per l’installazione degli impianti fotovoltaici. Inoltre, oggi è possibile rivolgersi a delle aziende che si occupano anche della ricerca degli investitori, il che ovviamente facilita ancor di più il processo.

    Poi è chiaro che un appezzamento molto appetibile attirerà con maggiore facilità i soggetti disposti ad investire in questo business, dunque molto dipende (come sempre) dalla tipologia di terreno. Ad ogni modo, l’affitto dei terreni per l’installazione degli impianti fotovoltaici rappresenta un’opzione molto interessante per ottenere una buona rendita passiva annua.