Vai al contenuto

Soluzioni di risparmio in casa: come ridurre i consumi di corrente

    La corrente elettrica è una risorsa fondamentale nelle nostre vite e, quindi, non possiamo farne a meno. Tuttavia questa inizia a costarci cara e, quindi, è arrivato il momento di impegnarsi a consumarne meno e a ridurre gli sprechi per due buone ragioni: risparmio economico e risparmio ambientale. Per prima cosa ti suggeriamo di controllare la tua bolletta e confrontarla con le attuali offerte energia elettrica di cui potresti beneficiare.

    È arrivato il momento di cambiare operatore

    Oggi vedremo qualche consiglio pratico per ridurre i costi della bolletta e per impattare meno sull’ambiente senza rinunciare al confort in casa e senza sacrifici. Grazie ai comparatori di prezzi puoi individuare rapidamente il fornitore che offre il prezzo più basso ed effettuare subito il cambio, senza alcun costo da sostenere o interruzione di servizio. Cambiare operatore è sempre un tuo diritto e come stabilito dalle Direttive Europee e dalle leggi nazionali la procedura viene gestita internamente, senza causare disservizi al cittadino.

    Confronta le offerte e scegli le condizioni

    Quando confronterai le offerte vedrai che le tariffe luce sono suddivise in bioraria e monoraria e che queste, in combinazione all’offerta gas, risultano essere sempre più convenienti. Grazie al mercato libero puoi decidere di affidare luce e gas a operatori differenti ma è chiaro che se scegli un solo fornitore otterrai uno sconto interessante.

    Inoltre avrai facoltà di scegliere il tipo di tariffa che, per l’appunto, si divide in monoraria e bioraria. La prima ha un costo fisso per tutte le ore del giorno ed è ideale per chi usa la corrente in qualsiasi momento della giornata.

    Monoraria o bioraria?

    La seconda, invece, è quella che distingue le fasce di consumo in base alle fasce F1, F2, ed F3 dove la prima è quella più costosa e la terza, in orari serali e nel week end, propone un costo al kilowatt più basso. Tale tariffa è preferibile per chi lavora tutto il giorno e tende a fare lavatrici e a consumare corrente la sera.

    Un altro modo per risparmiare è quello che prevede l’autorizzazione al pagamento elettronico tramite addebito bancario. In questo modo non ricevi la bolletta cartacea ma quella digitale e, quindi, riduci i costi di gestione per l’operatore che ti omaggerà di un ulteriore sconto.

    Gli accorgimenti da adottare in casa

    Dal momento che su costi fissi, prezzo della materia energia e tasse non possiamo farci nulla non puoi fare altro che gestire in modo più saggio i consumi. Pertanto oltre ad amministrare più attentamente le questioni legate al tuo operatore ti suggeriamo di mettere in atto questi accorgimenti.

    Innanzitutto sfrutta meglio la luce naturale liberando le finestre da tende oscuranti, ingombri e qualsiasi altro ostacolo comporti penombra in casa. Poi investi poche decine di euro per sostituire tutte le lampade di casa con quelle LED che, come sai, consumano la metà e durano il doppio.

    Poi spegni sempre tutti i dispositivi in stand-by e approfitta delle promozioni stagionali per sostituire gli elettrodomestici con modelli efficienti a minor consumo. Chiaramente ci vuole buon senso per cui utilizza tutti i tuoi elettrodomestici con attenzione e dai l’esempio a chi, in casa, ha un comportamento un po’ più superficiale.